parallax background

Rete VIC: il nuovo protagonista del mondo immobiliare

30 Marzo 2018
– Varie
15 Febbraio 2018
Rete VIC su casa&clima.com
20 Aprile 2018

Il mondo immobiliare ha un nuovo protagonista: la Rete VIC (Valutatori indipendenti certificati), che ha fatto il suo debutto pubblico il 16 gennaio a Milano, all’Auditorium Giacomo Manzù.

L’occasione è stata il convegno “La qualità nelle valutazioni immobiliari”, organizzato da Inarcheck Spa. Un appuntamento in cui è stato affrontato il rapporto tra immobile, banche e credito, con un’attenzione particolare alle criticità correlate al processo estimativo nella gestione delle situazioni di deterioramento del credito. Centrale in questo ambito il tema della “Rete” e le sue strumentazioni attuative, tema approfondito con la presentazione della Rete VIC, la prima Rete italiana di Professionisti valutatori certificati, costituita tra geometri iscritti a diversi Collegi provinciali italiani e presieduta da Massimo Fanfoni, tesoriere del Collegio Geometri e Geometri Laureati della provincia di Parma.

Come spiegato dal relatore Gianluigi Lenzi, tra i fondatori della Rete VIC, la Rete è aperta ai Geometri e Geometri Laureati iscritti all’Albo dei rispettivi Collegi provinciali e certificati ai sensi della norma UNI 11588:2014. «Obiettivo principale della nostra Rete», ha illustrato Lenzi, «è accrescere il livello qualitativo dei servizi offerti e la propria competitività sul mercato della valutazione immobiliare, impegnandosi a collaborare, sulla base di un programma comune, in forme e ambiti predeterminati attinenti all’esercizio della propria professione». La Rete, inoltre, punta a estendersi e radicarsi il più possibile sull’intero territorio nazionale e a sostenere la crescita e le prospettive di lavoro dei giovani professionisti.

Alla tavola rotonda su “Organizzazione e qualificazione della prestazione” è intervenuto poi come relatore Alessandro Bertarelli, tesoriere di Rete VIC, il quale ha tenuto a sottolineare come «per accrescere la competitività sul mercato, oggi non basta saper fare, ma è necessario dimostrare il saper fare, apportando non solo un supporto quantitativo, ma anche e soprattutto un elevato livello qualitativo della prestazione “del fare”, creando opportunità di lavoro per la categoria e accrescimento delle competenze del singolo associato alla “Rete”». E, come evidenziato sempre da Bertarelli, proprio nel Dna della Rete VIC c’è l’impegno concreto e costante a mettere al centro il valore della certificazione.

Proprio per questo nel Regolamento è previsto che “per garantire l’elevato livello della prestazione, la rete si fa promotrice del sistematico e continuo aggiornamento attraverso la promozione di eventi formativi garantendo l’alta formazione dei propri partecipanti”».

Scarica il PDF dell’evento.